Auto Novità

Ferrari 812 Competizione anche in versione Targa.

Ferrari ha finalmente rivelato il nome della 812 Versione Speciale. Si chiamerà 812 Competizione e la versione Targa Competizione A.

In diretta dal circuito di Fiorano, Ferrari ha presentato in anteprima i due nuovi modelli su base 812 Superfast. Sono la 812 Competizione e la Competizione A.

Entrambe sono prodotte in serie limitata con un prezzo di parte di 499 mila euro per la Competizione (999 esemplari) e 578 mila euro per la Competizione A prodotta in 549 esemplari.

Se vi avanza qualche soldo e volevate comprarla sappiate che sono giù sold out!

Motore e prestazioni

Trattandosi del motore V12 con il più alto regime di giri mai realizzato da Ferrari, i tecnici hanno riprogettato molte componenti dal propulsore al telaio, dall’aerodinamica alla meccanica.

Il V12 6.5 aspirato eroga 830 CV e può raggiungere 9.500 giri/min. Grazie all’esperienza maturata in F1, la 812 Competizione ha un nuovo meccanismo di fasatura delle valvole. Le camme sono rivestite in diamond-like carbon (DLC), le bielle di titanio sono alleggerite del 40% così come l’albero motore (3%).

Anche l’aspirazione è stata modificata con dei condotti accorciati, collettori e polmoni più compatti che favoriscono lo sviluppo della potenza ad alti regimi.

Gli aggiornamenti hanno interessato anche la lubrificazione, con una pompa dell’olio a portata variabile. E con il nuovo sistema di recupero le due Competizione sono i modelli dal minor consumo di olio dell’intera gamma: 1 kg rispetto alla Superfast.

La Competizione è più leggera di 38 kg rispetto alla Superfast mentre i valori della Competizione A non sono ancora stati dichiarati.

Per mantenere il sound da brivido del V12 e al tempo stesso ridurre le emissioni, la Ferrari ha completamente riprogettato i terminali di scarico dotati di filtro antiparticolato Gpf.

Il cambio è automatico doppia frizione a 7 rapporti ricalibrato per ridurre del 5% i tempi di cambiata.

Aerodinamica

Rispetto alla Superfast, l’aerodinamica della 812 Competizione e Competizione A prevede un layout che consente una gestione più efficiente dei flussi di raffreddamento.

Le prese d’aria del motore sono integrate ai lati della griglia centrale, mentre la fuoriuscita dell’aria calda dal radiatore è ottimizzata sfruttando le aperture sul cofano e ai lati della lama centrale.

Sulla parte anteriore ci sono anche due convogliatori d’aria che aiutano a raffreddare le pinze freno Aero, già in uso sulla SF90 Stradale, dotate di prese d’aria integrate.

In generale gli aggiornamenti sul frontale della Competizione hanno permesso agli ingegneri di ridisegnare completamente il fondo anteriore che è dotato di un generatore di vortici laterale a S che aumenta il carico verticale del 40%.

Sul retro della vettura troviamo altre soluzioni tecniche innovative.

I silenziatori e i terminali di scarico hanno una inedita forma rettangolare. Questa soluzione in realtà serve per incanalare il flusso dei gas di scarico e generare dei vortici in corrispondenza delle pinne verticali sul bordo d’uscita e aumentare il carico del 35% sull’asse.

Rispetto alla Superfast, lo spoiler della Competizione è più alto e si estende per tutta la larghezza della vettura.

Il lunotto è di sicuro la parte più affascinante dell’auto. È la prima volta che viene adottato su una vettura di serie ed è dotato di tre elementi profilati che agiscono come generatori di vortici.

Sulla Competizione A mancando il tetto viene introdotto un elemento “bridge” che ha un comportamento analogo a quello di un alettone. Esso indirizza l’aria verso lo spoiler riequilibrando il carico e riducendo la sovrappressione nella zona dietro la testa dei passeggeri.

Dinamica

La 812 Competizione è dotata di componenti innovativi e sistemi di controllo di nuova generazione che hanno permesso di raggiungere gli obiettivi prestazionali dinamici.

La Ferrari ha introdotto per questo modello l’evoluzione del sistema Side Slip Control 7.0. Questo sistema è capace di elaborare i dati sull’accelerazione laterale, angolo di imbardata, angolo volant e velocità ottimizzando la coppia motore.

Per rendere la vettura più agile e precisa negli inserimenti in curva  Ferrari ha dotato la Competizione del sistema a quattro ruote sterzanti indipendenti.

I cerchi in carbonio con canale da 10 e 11,5 pollici sono verniciati internamente con una vernice aerospaziale per dissipare il calore dell’impianto frenante. Sono avvolti da speciali pneumatici Michelin Cup 2R nelle misure 275/35 e 315/35.

Interni

Per la progettazione dell’abitacolo vengono utilizzate finiture in carbonio, tessuti tecnici e i pannelli porta sono stati ridisegnati e dotati di tasche portaoggetti.

Nell’insieme gli interni sono rimasti fedeli alla 812 Superfast tranne il tunnel centrale dove si trova un collegamento tra il passato e il futuro, vale a dire il tradizionale cancelletto riproposto in chiave moderna.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *